Exhibitions

VICTIMS

February 23rd, 2021|

  • Permalink Gallery

    La Fine del Principio | Flux -Zone Gallery | May 2020 | Mexico City

La Fine del Principio | Flux -Zone Gallery | May 2020 | Mexico City

February 9th, 2021|

Siamo lieti di annunciare la nostra mostra virtuale dell’acclamato artista italiano Angelo Cricchi, con i suoi lavori recenti.
L’ultimo corpus […]

  • Permalink Gallery

    “Nolite timere, Roma non perit 2020”, Il Cigno GG Edizioni

“Nolite timere, Roma non perit 2020”, Il Cigno GG Edizioni

April 4th, 2020|

direzione artistica | Angelo Cricchi

coordinamento artistico | Chiara Collaro

cura redazionale | Federica Di Stefano

FOTO DI: Paolo Cenciarelli, Dario Coletti, Angelo […]

Canova

March 9th, 2020|

Blue K

March 9th, 2020|

Rai Radio Live | NON SOLO PERFORMING ARTS | 2020

February 28th, 2020|

Triptych

February 27th, 2020|

Basilè

Cricchi

Sabbagh

TRIPTYCH  è il lavoro compartecipato di tre grandi autori della fotografia contemporanea Italiana: Mustafà Sabbagh, Matteo Basilè ed Angelo […]

Three Gates of In-perfection / Epilogo

February 24th, 2020|

Essere in cammino. Percorso Reale e Metaforico. Ricerca intima e universale. Un cammino in cui trovare e ritrovarsi. Passaggio liminare, tracciato nel sottile confine tra visibile e intangibile. Spazio entro cui rapportare il fragile, univoco e plurale senso del passaggio transitorio del viandante, attimo fuggente in cui rispecchiare oltre la rappresentazione, il presente. Ma scoprire anche le tracce del passato già segnato da chi prima di noi ha seguito questo itinerario e da altri che da tempo immemore vivono e abitano, insediati in questo territorio. THREE GATES OF IN-PERFECTION si completa e finalizza grazie all’intervento artistico di documentazione e racconto realizzato da Angelo Cricchi: opera nell’opera, l’intervento di Cricchi è curatoriale e al contempo strumento di disvelamento e di fruizione delle tre opere di Dormino, Neri, Goldschmied & Chiari. In questo senso l’opera di Angelo Cricchi si rappresenta dunque in una ricomposizione di 3 + 1 opere, dove il contenuto è raccontato per tramite di un contenitore che è anche documentazione, raccolta, racconto del viaggio dello stesso Cricchi insieme agli artisti lungo la Via Francigena, sul solco tracciato e che comprende i Comuni di Campagnano, Formello e il Parco di Vaio. L’opera conclusiva di Cricchi si rappresenterà in un corpo di 30 fotografie e di un documentario di 20 minuti circa

Atlante by Davide Dormino

La prima porta ha il nome di Atlante. E’ la porta del confronto del viaggiatore con il luogo. Lo strumento per il raggiungimento del contatto con il genius loci. Finestra aperta sull’orizzonte e il paesaggio. Il viandante incontra qui il mondo ed è il primo ricongiungimento tra il corpo e la testa nell’uomo. Anello di congiunzione, tramite. E quindi punto di forza e di sostegno.
L’opera è in marmo. Materiale permanente, lento. Materia inerte che esprime la radice dell’albero su cui è edificato il primo varco, quello della apertura al mondo esterno. In quest’opera lo sguardo del viaggiatore passa attraverso Atlante. E’ questo il passaggio indicato per raggiungere la prima tappa verso l’IN-perfezione. La Visione.

 

 
 


Connessione by Goldschmied & Chiari

La seconda porta ha il nome di Connessione. E’ la porta del confronto del viaggiatore con l’infinito. Lo strumento per l’apertura alla dimensione interiore del cammino. Scoperta che avviene per tramite di un’intima connessione con la fragilità tremula dell’esistere, fiammella di speranza, ma viva constatazione dell’universo che è dentro di sé e che si può trovare in comunità di corpo e di spirito con gli altri, molteplici, viandanti.
L’opera è in legno. Materiale vivo. Materia in naturale disfacimento nel tempo, transitoria, che però porta con sé l’essenza e lo scopo su cui è basato il terzo varco, quello della conoscenza di sé stessi per tramite del confronto con il divino. Una scoperta che può avvenire per tramite dell’incontro, della connessione con la molteplicità messa intorno ad un metaforico cerchio illuminato da una flebile luce che è speranza. In quest’opera gli sguardi degli altri viaggiatori sono il tramite verso la Connessione. E’ questo il passaggio indicato per la terza tappa verso l’IN-perfezione. L’Anima.


                                                      

Dialogo infinito by Giancarlo Neri

La terza porta ha il nome di Dialogo Infinito . E’ la porta del confronto del viaggiatore con l’alterità. Lo strumento per la scoperta del nostro compagno di viaggio, l’altro da sé. Specchio che si confronta nella cornice ideale di due sedute che si proiettano in un infinito dialogo a due.
L’opera è in ferro. Materiale che nasce per tramite del fuoco. Materia in transito, soggetta a corruzione al contatto con l’ossigeno, che esprime la volontà su cui si fonda il secondo varco, quello del confronto con il diverso da noi. La scoperta della Vita per tramite della corruzione della materia. In quest’opera lo sguardo del viaggiatore è incluso in Dialogo. E’ questo il passaggio indicato per la seconda tappa verso l’IN-perfezione. La Parola.

ESSERE || NON ESSERE

February 24th, 2020|

Il 1° febbraio 2019 ricorre la seconda Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo, […]

  • Permalink Gallery

    KIMONOTALES | Angelo Cricchi | Fotofever | Novembre 2018 | Carrousel du Louvre – Paris

KIMONOTALES | Angelo Cricchi | Fotofever | Novembre 2018 | Carrousel du Louvre – Paris

February 24th, 2020|

Le KIMONO Tales di Angelo Cricchi escono allo scoperto rivelandosi in anteprima al pubblico di Parigi in occasione di Fotofever nel mese di Parisphoto.A […]